Buongiorno e Benvenuti!

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7557
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Irinushka »

"Il bosco è andato e il panorama si sta espandendo…"

Stamattina casualmente mi sono imbattuta in questa frase di Volodia (non cerco di proposito la sua compagnia, né la compagnia di qualcun altro... è che non so ancora come possedere – esprimere questo nuovo ordine della Vita dove i movimenti precedono le forme… quindi aspetto di scoprire nuovi modus vivendi)...

Ma noi… eravamo anche gli alberi di questo bosco che è andato, sparito, che non c’è più… e siamo sempre e ancora noi coloro che sono presenti mentre cambia la visuale, la visibilità, mentre si sta espandendo il panorama… :roll: :shock: :abbracciatona
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7557
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Irinushka »

Irinushka wrote:
Sorvolando su tutto ciò che c’è stato o che non c’è stato nei giorni scorsi :roll: :shock: :( : RedFace : Facepalm : ... : , condivido qui i frammenti della sputnik mail appena scritta.

************************************

Comunque, in qualche modo il passato (quindi anche il passato di Vol) sembra sempre più... non toccabile... non agganciabile...e le frasi e i messaggi che provengono da lì... sono come un sorriso del gatto del Cheshire (volendo stare in tema :) )... ecco, probabilmente bisogna saper cavalcare queste e altre sensazioni strampalate in modo saggio ed equilibrato invece di andare in tilt (e trascinarci gli altri che già non scherzano)... ovviamente vale anche per me… : RedFace :

… Intanto ieri sera, arrivando a letto, ho cambiato strategia... e poi poco dopo è arrivato OS, e ha iniziato a “spiegare” e poi quando è arrivato Massimo, ho espresso quello che arrivava dal Campo in viva voce, ed ecco il punto.

E il punto è tosto, non esattamente nuovo (ricordo anche di aver scritto qualcosa di recente a questo proposito), ma comunque ora decisamente non più soltanto “teorico”…

Le persone e i movimenti.

Nell’attuale sistema delle coordinate in primo piano ci sono le persone che possiedono i movimenti, nel nuovo sistema delle coordinate ci sono i movimenti che sono il riferimento principale, sono loro quelli importanti, quelli che contano, quelli che definiscono i sistemi e i linguaggi degli eventi.

Quindi qualsiasi cosa, scambio, eventi, relazioni, interazioni che hanno luogo ora, nell’attuale sistema delle coordinate, non hanno delle corrispondenze dirette, degli equivalenti diretti e continuativi nel futuro, nel sistema delle coordinate che mette in primo piano i movimenti, che “ragiona” tramite i movimenti.

Questa svolta (che a sua volta ha a che fare con la fusione in progress con la Forza… “Che la Forza sia con te!”) era già stata preannunciata, per esempio, ecco un frammento del post del 2012:
Irinushka wrote: La Terra smette di essere "il pianeta delle persone" e diventa, si presenta come "il pianeta del Tempo" e della fluidità (dei movimenti, degli eventi).

Per la precisione, in russo è stata usata l'espressione "планетa лиц", лицo che vuol dire persona (prima persona, seconda persona, terza persona, persona giuridica, persona fisica ecc.), ma può anche significare faccia.

Quindi la Terra non sarà più questo genere di pianeta... Il che non vuol certamente dire che tutte le persone - facce dovranno scomparire dalla faccia della Terra, ma qualcosa vorrà pur dire, qualcosa di abbastanza inaudito...

E DELLE SENSAZIONI FORTI,

la Terra diventa "il pianeta del Tempo", della fluidità (dei movimenti, degli eventi) e "delle sensazioni forti".

E ora questa cosa inaudita sta proprio accadendo…

Ed è questo che mi fa piangere – il rendermi conto dello strappo… e sì, è anche come un addio alla Vita che fu… ai suoi kit di significati e punti di vista…

Gli eventi – movimenti – intenti – modi di fare che ci sono ora, quelli posseduti e possedibili da persone - facce, in che cosa si trasformeranno, nel sistema delle coordinate che mette in primo piano i movimenti, il landscape dei movimenti? :?: :?: :?: Facepalm

Non lo possiamo sapere, ma…

E ora riporto un frammento del mio “vecchio” articolo, con una frase che forse… è la Risposta. Con questa frase mi sono svegliata stamattina… :figurati : Thanks : aeventi_speciali

***************************

… Ed è questa frase inglese:

“I see you play”.

È una frase che mi ha lasciata sbalordita per il suo immensurabile potenziale e la sua forza espressiva, e, probabilmente, nessun altra lingua, tranne l’inglese, avrebbe potuto trasmettere in modo così preciso sia il senso principale che le numerosissime sfumature.

“Io ti vedo giocare. Io osservo il tuo gioco. Io riesco a captare il tuo gioco. Io sono un testimone e un compartecipante del tuo gioco. Io mi apro e mi rifrango in modo tale da accompagnare e da convalidare il tuo gioco…”
Però “play” vuol anche dire “suonare”, e allora ecco che si scoprono altre sfumature ancora.

“Io percepisco il tuo soundtrack, la tua colonna sonora. Io riesco a sentire la tua musica. Io sono uno spettatore e un testimone della tua esibizione. Io imparo ad apprezzare il tuo modo di suonare i tuoi spartiti esistenziali…”

E, a proposito, il pronome “you” in questa frase magica non deve necessariamente riferirsi ad un soggetto umano in carne ed ossa, ma potrebbe indicare qualunque cosa che noi mettiamo a fuoco.

Io e Te. Io e il Non Io. Io e il Movimento. Io e il Gioco. Io e la Musica. Io e le Vibrazioni. Io e la Performance. Io e l’Esistenza. Io e il Tutto, rappresentato da questo o da quell’altro regime o interfaccia…

… E per concludere, vorrei, appunto, “lasciare l’ultima parola” alle immagini e ai suoni. E, precisamente, a questo brano che mi ha letteralmente incantata:




Dall’articolo "Il rumore della felicità…"

http://it.irinushka.eu/?p=57
Irinushka wrote:
"Il bosco è andato e il panorama si sta espandendo…"

Stamattina casualmente mi sono imbattuta in questa frase di Volodia (non cerco di proposito la sua compagnia, né la compagnia di qualcun altro... è che non so ancora come possedere – esprimere questo nuovo ordine della Vita dove i movimenti precedono le forme… quindi aspetto di scoprire nuovi modus vivendi)...

Ma noi… eravamo anche gli alberi di questo bosco che è andato, sparito, che non c’è più… e siamo sempre e ancora noi coloro che sono presenti mentre cambia la visuale, la visibilità, mentre si sta espandendo il panorama… :roll: :shock: :abbracciatona

Dalla chat di ieri, Iri:

Ricordo che qualche mese fa si parlava degli alberi e del bosco: come fare per non perdere né gli alberi (concentrandosi troppo sul bosco) né il bosco (dedicando un'eccessiva attenzione agli alberi)... ora mi sa che abbiamo risolto... :roll: :shock: :mrgreen: : Chessygrin : e tutte le equazioni saranno da riscrivere...

*********************************

Segnate le vostre scelte con una linea tratteggiata!
Non perdete la linea tratteggiata!


Гните свою линию пунктиром,
Не теряйте, там-там-тирам, линию пунктира!



Bellissimo il messaggio odierno del Vol calendario! :Well Done :clap : Thanks :

E ora provo a mettere a verbale qualcosa, prendendo spunto dagli spunti e rivelazioni espressi precedentemente.

Stanotte e soprattutto stamattina (dopo che sono riemersa da un certo sogno fortino) Vol era molto presente e in qualche modo cercava di trasmettermi le nozioni della nuova cultura esistenziale, quella in cui i movimenti precedono le forme, i movimenti predefiniscono le forme (invece del contrario).

You are, ma così: Tu siete (tu che viene coniugato al plurale)…

I see you play (la formula che mette “you” al centro)…

E poi… tenetevi forte… :roll: :shock: Facepalm

You, che cos’è?

You = We with*** (dove *** sono movimenti, giri, rifrazioni correnti del tempo – spazio)…

You: non esiste come grandezza fissa (della Consapevolezza dello Spirito)…

You deriva da We, Da Noi, da Tutto-Io (dalla scala corrente dell’Oli-Where – un altro riferimento di sfondo che sento ogni tanto e che accenna al concetto dell’Universo olografico… )

You: è un sistema del vedere vicino, delle luci di posizione (di prossimità), è una veduta, è un’espressione corrente della scala corrente del Tutto…

Ho anche sentito questa sfumatura: You little and You big

E probabilmente, il nostro “you little” e tutto ciò che ne deriva, è andato, sparito, insieme al bosco, you little come alberi del bosco che non c’è più. :|

Mentre You big è una condizione che ci tocca scoprire - - manifestare - mettere a terra - mettere in funzione… :figurati aeventi_speciali

In tutti i casi la complicità dei legami che esistevano a livello di you little, degli alberi del bosco, non c’è più (ed era una sensazione della perdita molto acuta e che, almeno nel mio caso, ha provocato dei grandi pianti :( ), sarà sostituita da un qualche altro genere di complicità… :figurati

A questo punto condivido in pubblico il riferimento sentito nella notte di domenica, dopo l’incontro del 25 giugno, in inglese:

Blood Air, Aria di sangue, ma non nel senso delle strage, ma così: aria che alimenta le immagini delle parentele, dei legami di sangue... ma è solo aria... solo throughput... solo un regime del respiro del Tutto :|

Ah, un altro dettaglio che ho ricordato adesso: How do you do? - Come fai... quello che fai?

Questo riferimento di sfondo è con me da anni... e forse indica appunto questo te - you che non è più, che non è affatto una grandezza fissa né forma fissa ma una manifestazione del Volume che riflette - rappresenta - impersonifica le luci di posizione correnti... :|
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7557
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Irinushka »

Dalla sputnik mail scritta stamattina.

aeventi_speciali : Thanks : :|

Ciao a tutti, e siccome il messaggio del Vol calendario di oggi mi incoraggia ulteriormente : Thanks : ad esprimere – sollecitare quello che comunque non potrei non esprimere – non sollecitare, che ho già incominciato ad esprimere - sollecitare, mi butto decisa! ;-)

Mettetevi comodi perché mi sa che sarà una cosa lunga… :)

******************************

Intanto riporto la lettera scritta ieri a Roberta:

In questi giorni lavoro soprattutto e anzitutto per fare chiarezza relativamente a me stessa (prima di interagire con chiunque altro), e la chiarezza (concetti, grandezze, ma anche fatti ed eventi) deriva dai giri, è questione dei giri – turnover e io sento che devo aggiornare – amplificare i miei giri, in modo che Lui (il Creatore) possa fare il Suo Game, usando me, il mio profilo come una porta aperta verso di Lui, come un vano – portale.

Dal mio articolo – intervista scritto anni fa:

http://it.irinushka.eu/?p=31

Irina Bergo: Svelando il mistero… “Il Cielo è sceso in Terra”


…Suggerirei questo approccio: evitare di guardare me “in modo frontale” e di seguire direttamente le mie orme, imitando il mio modo di camminare; e invece guardare se stesso attraverso me, usandomi come specchio.
Questo pensiero è stato espresso molto bene da Gary Jules nella canzone «Mad world»:


«Hello teacher tell me what’s my lesson?
Look right through me Look right through me».



So che sto procedendo nella direzione giusta e tutto ciò probabilmente (anzi, senza probabilmente) ha a che fare con l’Avvento della Forza, con il linguaggio della Forza e della Dio-Realtà nella materia terrestre.

Sento anche che in questo regime per il momento devo procedere da sola, altrimenti i miei giri si adattano naturalmente ai giri di chi viaggia con me (per esempio, nella modalità delle sedute) e così io sì che faccio vedere agli altri i loro orizzonti e vette ma … abuso di me stessa, del mio potere e … faccio torto anche al Creatore, perché freno la mia espansione (i miei giri) e di conseguenza anche il Suo… non esattamente apparire (ricordando quello che è stato detto a Capodanno, su chi deve apparire) ma risultare direttamente accessibile – percettibile… dentro il tempo spazio terrestre.

Non proprio da sola da sola, ma usando una metafora alpinistica, in questo momento non tiro su con me in modo deciso i miei compagni di cordata… li lascio liberi di esplorare la località e il senso del percorso come gli va… e poi… staremo a vedere..

Stanotte mentre interagivo con il Creatore e Gli facevo sapere il mio attuale sentire, chiedevo anche di potenziare i giri degli sputnik (se possibile) nel modo che anche loro diventino dei portali, non come me, ma comunque dei portali… dei centri di attrazione intorno a cui girano – succedono le energie della materia…

Perciò vedi, non abbandono coloro che naturalmente scelgono di essere attirati verso di me… però è anche vero che non voglio più competere con l’ambiente, con il bosco che non c’è più, con i vari film interiori ed esterni che creano il rivestimento… in quel senso … appena sento che “i film” vengono considerati come un riferimento prioritario… io… mi allontano… defluisco… ritiro i miei giri… non investo più me stessa in quegli assetti o letti del fiume…

In altre parole… lascio la Vita autoridistribuirsi naturalmente intorno a questo nuovo ambiente della Ragione… e poi vedremo chi e in che modo saranno i rappresentanti legittimi di questo ambiente, e in quel senso è tutto aperto, e il percorso che facevamo prima è finito, e quindi bisogna ripresentare di nuovo le richieste per essere questi rappresentanti… gli eletti… :wink:

Non in modo formale, ma con il proprio fare – sentire, ovviamente… :figurati

Perciò, vedi, i compiti da fare li hai, osserva, prova e poi… magari sì, arriveremo anche al regime delle sedute… :)

Comunque non sei da sola, te lo posso sia garantire che promettere!

E, a proposito, EG ti saluta! : Love :

**************************************

Stanotte ho sentito (non so dire esattamente, da quale dei nostri Super Interlocutori) questa considerazione: il tuo status non è (attivo/presente) su questa terra (dentro l’attuale volume che presenta la terrestricità), perciò… datti da fare per creare la terra che possa essere uguagliata al tuo status, un landscape, un orizzonte, un linguaggio della Vita che corrisponda al tuo status…

E c’era dentro una forza pazzesca, primordiale, un richiamo primordiale, un “Scelgo di essere ciò che sono!” a prescindere da qualsiasi attuale espressione della Vita nelle attuali forme e scenografie…

Ora riporto i frammenti della lettera scritta ieri alle due Vale.

(Stavamo parlando del Vol- Calendario e della decisione delle Vale di farlo arrivare fino al 25 luglio.

Il 25 luglio: per Volodia è una data speciale, il 25 luglio del 1979 lui “è morto” per la prima volta e il 25 luglio del 1980, esattamente un anno dopo, “è morto” definitivamente… cioè, ha “inscenato” un tale comportamento del landscape che nel linguaggio umano corrisponde alla condizione della morte.)



********************************************

Volodia: in qualche modo sento sbiadire (scentrarsi) il suo “you little”, insieme ai nostri “you little”, quelli che sono gli alberi del bosco che non c’è più…

(a proposito, in russo c’è un’espressione curiosa, quando si parla di qualcuno che è morto, si può dire: Lui/lei ha comandato di vivere a lungo… cioè, augura - ordina a coloro che rimangono di vivere a lungo… è proprio un estrarre un inizio dalla fine…)

Come se fosse cambiata la gravità, a favore del Volume e del “you big”, a favore delle variabili invece che delle costanti, a favore di un another where e another game…

Volodia: sì, in qualche modo sento sbiadire il suo “you little”: come se fosse una condizione bimbesca - libresca, che non posso più prendere sul serio (sono cresciuta troppo per poterlo fare), quindi anche l’intensità di certe sensazioni – reazioni è evaporata, e anche come se tutto ciò (i picchi, le cadute e i decolli di quel formato) si fosse … non esattamente omogeneizzato – appiattito , ma quasi archiviato. O archiviato senza quasi…

(diciamo il contrario dell’espandersi)… :|

È possibile che pescherò ancora qualche frase (se mi capiterà naturalmente com’è successo con la frase che parla del bosco e del panorama… anche se nella canzone il significato è diverso, ma cosa importa?), ma comunque sì, il passato viene archiviato, e il 25 luglio – l’anniversario della doppia morte (apparente) , di un doppio exit potrebbe essere una data importante… anche se non so come celebrarla… con chi… dove… in che modo…

*****************************
... Le due Vale hanno già scelto (o, più precisamente, creato ad hoc) l’immagine per quel giorno speciale, il 25 luglio, ma erano ancora indecise sulla frase, a questo punto io sono andata a cercare nelle mie Bozze delle frasi e altri spunti di Volodia e lì c’era una frase che sentivo come molto, molto preziosa e che tenevo da parte (forse proprio per il Gran Finale).

E… fa un effetto fortissimo…

Iri:

Per il momento non la divulghiamo, secondo me, ha dentro... un sistema degli allacciamenti... delle prese... forse è un suo dono? c'entra anche la corposità... comunque se decidete - decidiamo di metterla per il 25, forse scrivo due righe di prefazione per quel giorno... per il Gran Finale (ma fatemelo sapere con qualche giorno di anticipo)

Vale: È tosta sì. Comunque è davvero tosta.

Vale.air: Anche io la sento tantissimo ... (heart) è stupenda e molto altro e mi sembra davvero un suo dono, visto che la frase l'avevamo già trovata ma poi abbiamo sentito che non poteva starci per quel giorno così ***

Iri:

Allora poi cercherò di dirlo con le parole - sue - mie (prefazione alla conclusione), perché sarà come un accordo finale... non un addio, ma un passaggio di livello... di ottava...

Vale.air: si .... mi emoziona tantissimo ... in diretta sentire la differenza pazzesca tra un addio e un passaggio a qualcosa di ancora ignoto ma sicuramente più ***

Iri: e si sente proprio nel corpo... sì, è un dono... grazie a voi per averlo stanato... : Thanks : : Love :

************************************

Dunque, il 25 luglio riceverete questa frase - accordo finale, con un’immagine speciale creata ad hoc e… sarà per forza un giorno speciale, ma ora come ora non saprei che cosa proporre… di preciso… di concreto…

Diciamo che a questo punto io le mie carte le ho fatte scoprire abbastanza :figurati , e dentro questa lettera probabilmente sono presenti (in incognito, in linea tratteggiata…) diverse proposte, diversi inviti… non solo sul 25 luglio :wink: , ma ora non formulo nessuna proposta – invito in carne ed ossa, aspetto dei feedback… :)

How do you do? - Come fai... quello che fai?

Con Amore e divertimento sempre più Big…

Iri :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

Andrew
Posts: 616
Joined: Mon Jan 18, 2010 11:24
Contact:

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Andrew »

Andrew wrote:
Tutto si vede, si vede Tutto,

Tutto è Presente.

Il look della Forza è Presente.

Io come posso orientarmi in tutto ciò?

Io come posso Essere in questo regime in cui Tutto si vede, tutto si mostra?

Ma io so che cosa voglio?

Non so cosa vuol dire Sapere, non so cosa vuol dire Volere.

Però il senso della Volontà forse, dico forse, è presente in me.

E’ mia questa Volontà? Direi di si.

E allora se è mia, mi è dato usarla, provo ad usarla, a farla oscillare, ad osservare cosa succede, in attesa che il Look della Forza che è così Reale, così Presente, diventi più tangibile, in attesa che la Mia Forza si disimballi e parli il Suo Linguaggio, il Suo Linguaggio Unico e Specifico.

La Mia Forza è Qui. Dov’è? In quale dove?

Nella Rifrazione Umana? Non credo, non mi risulta.

Allora fuori dalla Rifrazione Umana? Credo di si, penso di si.

Però io la percepisco Qui Adesso, è Tangibile Adesso.

Vuol forse dire che Io non sono più presente dentro la rifrazione umana?

Si è qualcosa che io pre sento, però dovrei cambiare la Logica per comprenderlo.

Sento che la Mia Logica che finora mi ha guidato mi sta tradendo, oppure sono io che non ho più bisogno di questa logica. Non ne ho più bisogno, cambiatemi la logica, Vi Prego.

Il Mio Corpo fa parte del Tutto, è l’Organo del Tutto. E’ il Mio Corpo di Qui, è il Mio Corpo Umano?

No, non credo che sia Umano, perché quello che io percepisco, questi slanci sono al di sopra della natura umana, delle frecce umane, dei binari umani.

Allora Chi Sono Io? Chi potrei Essere Io, possedendo un Corpo di una Sensibilità così Forte, e che si sente partecipe di ogni genere di Oscillazione presso la Località?

Che Scelte Io potrei fare possedendo questo Corpo, Respirando la Realtà che mi diventa accessibile quasi bypassando, neutralizzando la Mia Logica in Ingresso, la mia Familiare Logica in Ingresso?

Chi Sono? Come Sono? Com’è il Mio Timone della Misurazione della Qualità?

Che cosa dipende da Me, nel Senso Stretto?

Che cosa Io possiedo di così esclusivo che mi permetterebbe di possedere una conferma, una Qualità Misurata, un Certificato se vogliamo di questa Mia Esclusività?

Dove cercare questo Mio Essere Esclusivo?

Nel Corpo? Nella Carne? Nel mio Senso dell’Ordine? Da Qualche Parte Fuori?

Magari, adesso, nella condizione della Fusione del Pensiero del Creatore?

Quello che in questo momento mi risulta chiaro è che la logica di prima mi ha tradito, e le sono forse perfino grato di questo. Perché sento che non ne ho più bisogno. Perché si sta formando in diretta una Logica Diversa.

Questo Lo So, Lo Sento, anche se ancora non so come estrarre questa Logica da dove sta adesso, in modo che Arrivi alla Luce, che diventi veramente un Appoggio delle Scelte.

Come Sono? Come Vorrei Essere? Come Vorrei Diventare? Non so che cosa Voglio, non so nemmeno in che modo voglio.

Si, so che voglio, ma è come se questo mio volere stesse anche fuori di me. Come se non solo io stessi volendo, ma come se un Qualche Principio, Qualcos’altro stesse esprimendo il Suo Volere tramite Me. E quando questo Volere non esattamente mio ma come se fosse mio mi Tocca… io lo Sento, mi Risveglia questa Oscillazione.

E la mia familiare logica del Volere, quando sente il tocco di questa altra logica del regime del Volere, potrebbe sentirsi depressa, potrebbe sentirsi in disordine, smarrita.

Il Mio Corpo è Giusto, ed io sono Giusto, ed il mio Corpo è un Timone, e dovrebbe Essere un Timone, che però Nessuno mi ha insegnato a Governare.

Come deve comportarsi Colui che possiede un Timone senza un manualetto di istruzioni, e sentendo che comunque il timone ce l’ha, e sentendo anche che è naturale usarlo questo timone?

Tutte le Oscillazioni che Io Percepisco in qualche modo riguardano anche Me, toccano anche Me. Mi sento coinvolto. Sento di avere un Diritto Naturale di Toccare le Oscillazioni Altrui, di partecipare alle accordature delle oscillazioni altrui. Sento che è il mio Diritto Sacro ricevuto dal Cosmo ma sono in difficoltà per quel che riguarda le Oscillazioni dentro la Consapevolezza Umana, dentro la Dimensione Umana.

Chi Sono? Come Sono?

Probabilmente la Risposta sta Dentro quelle Oscillazioni che Io sono chiamato a Risvegliare, le Oscillazioni per niente soltanto Mie, le Oscillazioni che Io sono Autorizzato a Toccare. Ma Come realizzare in Pratica questo Mio Diritto, che sento come il mio Status? In quale Direzione andare? In Direzione di quali Corpi? Con Quali Modalità?

Tutta la Vita è un Timone.

E Tutta la Vita è Oscillazione, sono le Oscillazioni.

Io sento il bisogno di Dare una certa Corrente alle Oscillazioni, di far scorrere una mia corrente dentro le Oscillazioni. Mi è dato Sapere questo. Per il resto non è che me ne intendo un granché di questo Timone che è la Vita, del Suo Ordine delle Oscillazioni.

Non me intendo tanto bene nemmeno di ciò che è la mia Corrente, la mia Corrente Specifica che sento il bisogno di far incanalare dentro le Oscillazioni della Vita.

E così mi sento in difficoltà, ma non è una difficoltà descrivibile con il linguaggio umano.

Mi sento fuori di me, ma nello stesso tempo anche onnipotente, allacciato ai circuiti dell’Onnipotenza, e sono attratto da tutto ciò che è l’Immagine dell’Onnipotenza, tutto ciò che parla il Linguaggio dell’Onnipotenza.

Ho bisogno di sentirmi alimentato dall’Onnipotenza, per risvegliare il mio specifico Circuito del Gioco, dell’Emozione, del Senso di Me Stesso Presso Me Stesso.


:figurati aeventi_speciali : Thanks : : Freego :abbracciatona
Irinushka wrote:
Lo Voglio da Me
Irinushka wrote:
...dove questo “volere” molto particolare è una specie di… lubrificante primordiale :wink: :D :figurati che precede le parole vere e proprie…
Andrew wrote:
Volendo...
:figurati : Thanks : aeventi_speciali : Freego :abbracciatona

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7557
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Irinushka »

E per l’ennesima volta posso constatare che certi germogli del Futuro, dell’Another Logic, dello stato di se stessi nella terrestricità che apparentemente sono stati detti/captati
Irinushka wrote:
Мир: хочу сказать!

E cioè:

Il mondo: voglio dire!
nel cosiddetto Passato, ora, incontrandoli di nuovo :wink: , sono cresciuti parecchio :Well Done :clap … E rallegrano l’anima… :D

Ma io so che cosa voglio?

Non so cosa vuol dire Sapere, non so cosa vuol dire Volere.

Però il senso della Volontà forse, dico forse, è presente in me...
Giusto ieri – stamattina mi sono fatta questa autodiagnosi: che da un po’ di tempo non faccio le scelte :roll: :shock: , non mi si presentano le occasioni e i contesti in cui farle, cioè, ci sono varie mini scelte e micro scelte di carattere quotidiano e poi c’è la Scelta Principale, questa qua:

“Ma io so che cosa è falso e che cosa è sacro,
Dopotutto, io l’ho capito da tempo.
La mia via è soltanto una, ragazzi, soltanto una
Per fortuna, non devo fare la scelta.”


Più che la scelta, è l’impostazione della bussola…

Invece le scelte “di grandezza media – intermedia” che potevo fare prima (come Irina allineata (per modo di dire) :mrgreen: : RedFace : con la dimensione umana, ma anche come Irinushka, attualmente non ci sono (più?), è come se fossero defluite da me, e io mi trovo al centro della bonaccia, e sento (con il mio innato senso della dinamica, della congiuntura, della conduttività della Vita) che è una condizione che non potrebbe durare a lungo, che qualcosa dovrebbe avvenire/espandersi, qualcosa che riguarda il mio ordine della presenza nella terrestricità, ma che forse non sarebbe soltanto mio… : ... : : Welcome : :figurati
Irinushka wrote:
Il Creatore è, PUO’ ESSERE una parte, una parte del soggetto.

Quindi il soggetto non è Dio, il soggetto è il soggetto e Dio è Dio, ma Dio non è qualcosa di esterno, non è fuori dal soggetto, ma diventa una delle parti del soggetto…


Diventa quando? :?:

Quando il soggetto arriva alla consapevolezza di dover - poter mollare le sue attuali parti – aspetti – pezzi - frammenti, insieme al sapere che corrisponde loro, che li definisce, che li tiene in vita.

Quando il soggetto diventa pronto per accogliere Dio come una parte integrante di se stesso...

E siccome Dio è il portatore per eccellenza del sapere autentico (nonché dell'onnipotenza e di altre robe ancora :) ), non può avvicinarsi al soggetto finché il soggetto estrae se stesso, fa derivare se stesso dal sapere non autentico (quello omogeneo, quello apparentemente trasferibile da persona a persona), finché il soggetto non sceglie Dio prima di qualsiasi altra cosa (condizione, considerazione, impegno, dovere, piacere).

A questo punto l’arrivo di Dio (con i Suoi attributi e il Suo sapere autentico) sul campo operativo come una parte integrante del soggetto diventa un super stimolo perché altre parti del soggetto, quelle residenti nell'Eternità, decidano di scendere in campo, e di occuparsi di qualcosa… fuse con Dio, insieme a Dio, ma nello stesso tempo diverse da Lui… : Love : :figurati :clap : Thanks :
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Ultra
Posts: 672
Joined: Tue Dec 15, 2015 23:39

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Ultra »

Massimo, many happy returns : Love :
:abbracciatona
IMG_1540.JPG
aka CleverLand

User avatar
Massimo
Posts: 211
Joined: Mon Aug 25, 2008 20:02

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Massimo »

Ultra, thank you very much for your wishes!!!

:abbracciatona

: Love :

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7557
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: Buongiorno e Benvenuti!

Post by Irinushka »

Buongiorno a tutti,

Con molto piacere vorrei segnalarvi l’apertura di un nuovo canale You Tube:

La Terra che si spiega



https://www.youtube.com/watch?v=N9NpG0l4-lQ

Ed è, ovviamente, solo l’Inizio… spero ben riuscito… :wink: aeventi_speciali : Thanks : :Well Done

In questo momento non so quanto spesso arriveranno nuovi messaggi, ma se la Faccenda :wink: vi interessa, iscrivetevi pure al canale ed entrate nel vivo :wink: , e… scopriremo insieme in diretta come andrà a (non) finire…

Prossimamente dovrebbe nascere anche un canale in lingua russa, anche perché la chiave principale

“Nascerà e si solleverà
Un’Onda immensa, impossibile ed impensabile…”


Proviene da una delle canzoni di Volodia:

“Родится и взойдет одна
Неимоверная Волна…”


Un grandissimo abbraccio e grazie di tutto, soprattutto per lo Sforzo! :abbracciatona : Thanks : : Love :
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

Post Reply